31 May 2022

On June 9th Anna Odone and Stefano Cacitti will visit College and will outline a questionnaire that she and her colleagues have devised and that addresses lifestyle and health issues of students living in the Colleges of the University of Pavia. The presentation will take place at 6.00 pm in the College lecture theatre and a flyer illustrating the scope of the questionnaire and the study is available here.  All College students are invited to attend.

Lifestyle is a key health - and disease - determinant and it is important to have reliable information on the lifestyle of members of the collegiate community of the University of Pavia in order for Colleges and University to discourage practices that harm students health (unsafe sex, smoking, alcohol and drug abuse, etc) and promote practices that support healthy living and strong academic achievements.  The format of the questionnaire preserves anonimity and over 700 students from other Colleges have returned it. Collegio Volta therefore hopes that its students will participate and make a strong contribution to this valuable study.

Speaker
Anna Odone is professor of Public Health at the University of Pavia and a member of Consiglio Superiore di Sanità (Italian Ministry of Health). Stefano Cacitti is a postgraduate medical student in Public Health.

 

13 May 2022

26 May 2022.  Luciana Goisis, University of Sassari and Angelo Schillaci, University of Rome La Sapienza  
Riconoscimento e tutela dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere: tra diritto costituzionale e diritto penale
Gioverdì 26 Maggio 2022 alle ore 11.00 nell'Aula del Collegio Luciana Goisis dell’Università di Sassari e Angelo Schillaci dell'Università di Roma la Sapienza e terranno un seminario dal titolo Riconoscimento e tutela dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere: tra diritto costituzionale e diritto penale. Il seminario è il terzo di una serie di quattro seminari dedicati al tema dell'Identità di genere e inclusività organizzato dalla Volta Political Society e che si terranno rispetitticamente il 16, 19, 23 e 26 Maggio corrente. Il poster della serie è disponibile a questa pagina. Il link per partecipare al seminario del 26 Maggio via zoom è il seguente:

https://us02web.zoom.us/j/84874443234?pwd=peH-TOTd9jeiTgBqDFA1FIOvSNlO96.1

Tutti gli studenti del Collegio sono invitati a partecipare a questa serie che tocca temi di grande interesse per la società in generale e per i giovani in modo particolare.  Il Collegio ringrazia Ludovica Ferrero, segretaria della Volta Political Society per il suo impegno nell'organizzare questa importante serie di seminari.

_____________________________________

Abstract

L’intervento di L Goisis affronterà il rapporto fra omosessualità, omotransfobia e diritto penale, con un alcuni cenni comparatitici ai crimini d'odio omotransfobico, per poi analizzare le argomentazioni contrarie alla criminalizzazione dell'omotransfobia, le quali verranno confutate sul piano politico-criminale e dei principi penalistici. La relazione si concluderà con una proposta de lege ferenda che, pur mantenendone l'impianto, vada oltre il DDL Zan.  L’intervento di A Schillaci avrà ad oggetto lo stato della legislazione italiana in materia di affermazione dell'identità di genere e, in particolare, le interpretazioni e i limiti della legge n. 164/1982. L'esame del procedimento di rettificazione anagrafica verrà condotto alla luce della giurisprudenza costituzionale e della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo che - riconoscendo nell'affermazione dell'identità di genere il contenuto di un diritto fondamentale tutelato, rispettivamente, dalla Costituzione e dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali - ne hanno progressivamente chiarito la portata, definendo le più corrette modalità per la sua attuazione da parte del legislatore.


Biografie


Luciana Goisi
s.  L Goisis è Professore Associato di Diritto Penale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Sassari, ove è titolare del Corso di Criminologia, Diritto Penale commerciale, Diritto Penale II, Diritto Penale internazionale e Diritto Penale antidiscriminatorio. Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale, quale Professore Ordinario, nel settore concorsuale 12/G1–Diritto Penale. È membro del collegio docenti del dottorato in Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Sassari. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca nonché a numerosi convegni nazionali e internazionali. Membro dell’Associazione Italiana dei Professori di Diritto Penale, questi, tra gli altri, gli interessi di ricerca: il sistema sanzionatorio, le cause di giustificazione e le scusanti, l’istituto della provocazione, il diritto penale internazionale e umanitario, la corruzione internazionale, il sovraffollamento carcerario, il multiculturalismo, le nuove forme di riduzione in schiavitù, nonché, segnatamente, la violenza di genere. Più di recente si dedica allo studio del diritto penale antidiscriminatorio e dei crimini d’odio razziale, religioso, omotransfobico e di genere in particolare, tema su cui è stata audita in Commissione Giustizia della Camera dei Deputati. Su questi ambiti di ricerca si focalizzano le pubblicazioni scientifiche (articoli su rivista, opere collettanee e monografiche, voci di trattati e commentari).

Angelo Schillaci A Schillaci è Professore associato di Diritto pubblico comparato. Nel 2018 ha conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale a Professore di I fascia nel settore concorsuale 12/E2 (Diritto comparato). In precedenza, è stato ricercatore a tempo determinato (cat. B) e assegnista di ricerca in Diritto pubblico comparato nel Dipartimento di Scienze giuridiche di “Sapienza” Università di Roma e assegnista di ricerca in Diritto costituzionale nell’Università degli Studi di Teramo. Dall’A.A. 2011/2012 all’A.A. 2014/2015 ha avuto incarichi di insegnamento nell’Università di L’Aquila. Nel 2008, ha conseguito il Dottorato di ricerca in “Teoria dello Stato e istituzioni politiche comparate” presso “Sapienza” Università di Roma e il titolo di Doctor en Derecho presso la Universidad de Granada (Spagna). È stato componente di progetti di ricerca in Italia e all’estero ed è attualmente PI di un progetto di ricerca di Ateneo (cat. medio), finanziato su base competitiva. Fa parte del Comitato di redazione e del Comitato editoriale di GenIUS – Rivista di studi giuridici sull’orientamento sessuale e l’identità di genere e del Comitato editoriale della Revista de Derecho constitucional europeo; è collaboratore e redattore del portale di studi giuridici Articolo29.it. Dal 2011 collabora con la Fundación Peter Häberle, istituita presso la Universidad de Granada (Spagna). Svolge inoltre attività di consulenza giuridica presso enti pubblici e associazioni. Come professore invitato, ha svolto corsi e lezioni nella Universidad de Granada (Spagna), nella Universidade de Lisboa (Portogallo), nella Pontificia Universidade do Rio Grande do Sul (Brasile), nella Uninove di Sao Paulo (Brasile), nella Universidade Positivo di Curitiba, nell’Instituto de Direito Publico di Brasilia e in numerose Università italiane. È autore di due monografie (Le storie degli altri. Strumenti giuridici del riconoscimento e diritti civili in Europa e negli Stati Uniti, Napoli, Jovene, 2018; Diritti fondamentali e parametro di giudizio. Per una storia concettuale delle relazioni tra ordinamenti, Napoli, Jovene, 2012) e di numerosi articoli e saggi riguardanti la tutela multilivello dei diritti fondamentali, il riconoscimento della vita familiare omosessuale e dell’omogenitorialità, la tutela dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere, l’obiezione di coscienza, la tutela della dignità alla fine della vita e i diritti della sfera riproduttiva. Ha curato tre volumi collettanei: Le nuove frontiere del diritto dell'immigrazione: integrazione, diritti, sicurezza (con F. Angelini e M. Benvenuti), Napoli, Jovene, 2011; Omosessualità, eguaglianza, diritti. Desiderio e riconoscimento, Roma, Carocci, 2014; Riproduzione e relazioni. La surrogazione di maternità al centro della questione di genere (con B. Pezzini e M. Caielli), CIRSDe – Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne e di Genere - Università degli Studi di Torino, 2019. Ulteriori pubblicazioni riguardano la disciplina giuridica delle migrazioni, il rapporto tra libertà e sicurezza nel contrasto al terrorismo internazionale, la storia costituzionale e la storia del pensiero giuridico (con saggi relativi al pensiero filosofico-giuridico di Aldo Moro, alla riflessione di Peter Häberle sulle garanzie procedurali dei diritti fondamentali e all’influenza del pensiero femminista sul pensiero giuridico). Si è inoltre occupato del principio di solidarietà nel processo di integrazione europea, del ruolo dei movimenti nelle trasformazioni contemporanee della democrazia e, di recente, dell’impatto del populismo sulla tenuta della democrazia costituzionale in Europa..

13 May 2022

23rd May 2022. Anna Maria Curti, Bussole LGBT and Marina Miscioscia, University of Padua  
Espressioni del genere: autodeterminazione oltre il binarismo 
Lunedì 23 Maggio 2022 alle ore 18.00 nell'Aula del Collegio Anna Maria Corti Presidente e Socia fondatrice dell’Associazione lombarda BussoleLGBT e Marina Miscioscia dell'Università di Padova e terranno un seminario dal titolo Espressioni del genere: autodeterminazioni oltre il binarismo. Il seminario è il terzo di una serie di quattro seminari dedicati al tema dell'Identità di genere e inclusività organizzato dalla Volta Political Society e che si terranno rispetitticamente il 16, 19, 23 e 26 Maggio corrente. Il poster della serie è disponibile a questa pagina. Il link per partecipare al seminario del 23 Maggio via zoom è il seguente:

https://us02web.zoom.us/j/87953649476?pwd=iAWkGcATgVW0PnHHAFBjT2IsLL1R5X.1

Tutti gli studenti del Collegio sono invitati a partecipare a questa serie che tocca temi di grande interesse per la società in generale e per i giovani in modo particolare.  Il Collegio ringrazia Ludovica Ferrero, segretaria della Volta Political Society per il suo impegno nell'organizzare questa importante serie di seminari.

___________________________________

Abstract

L’intervento di AM Curti si focalizzerà sulle declinazioni dell’identità di genere, con un focus specifico sulla disforia di genere nei suoi aspetti clinici e psicodiagnostici, e nei possibili iter di trattamento, attraverso un breve excursus della storia di questa diagnosi e della messa in discussione della sua necessità e utilità.  L’intervento di M Miscioscia mira a definire il costrutto multidimensionale di identità sessuale ed analizzare nello specifico una delle dimensioni che la compongono: l’identità di genere, come essa si sviluppa nel corso dello sviluppo, le sue molteplici sfaccettature oltre il binarismo, soffermandosi infine sui fattori di rischio e sui fattori di protezione che possono influenzare il benessere psicologico della persona transgender, gender non-conforming o non-binary.


Biografie

Anna Maria Curti.  AM Curti, psicologa clinica e psicoterapeuta, ha conseguito il Master in Clinica e Consulenza delle Identità Sessuali presso Sipsis. E’ membro IARPP, l’International Association for Relational Psychoanalysis and Psychotherapy. Dal 2018 è presidente e socia fondatrice di BussoleLGBT, associazione lombarda che nasce con l’obiettivo di occuparsi di ricerca, formazione e attività clinica relativamente alle tematiche delle identità sessuali. E’ membro del Comitato scientifico di Casa della Psicologia, il luogo voluto dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia ove far incontrare i professionisti della psicologia con altre discipline e soprattutto con la cittadinanza, ideando e organizzando la programmazione culturale dell’Ordine.

Marina Miscioscia. M Misciosia, psicologa, psicoterapeuta, ricercatrice in Psicologia Dinamica presso il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Si occupa di benessere e salute mentale in età evolutiva, benessere e salute mentale delle minoranze di genere e sessuali e genitorialità e relazioni familiari in situazioni tipiche e atipiche. Lavora in convenzione SSN presso la UOC di Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedale Università di Padova dove si occupa di psicopatologia dell’età evolutiva, sostegno alla genitorialità e percorsi di affermazione di genere.

13 May 2022

19th May 2022. Stefania Cavagnoli, University of Rome Tor Vergata and Francesca Cesarano, San Raffaele University 
Lingua e giustizia di genere
Giovedì 19 Maggio 2022 alle ore 18.00 nell'Aula del Collegio Stefania Cavagnoli dell'Università di Roma Tor Vergata e Francesca Cesarano dell' Università Vita-Salute San Raffaele terranno un seminario dal titolo Lingua e giustizia di genere. Il seminario è il secondo di una serie di quattro seminari dedicati al tema dell'Identità di genere e inclusività organizzato dalla Volta Political Society e che si terranno rispetitticamente il 16, 19, 23 e 26 Maggio corrente. Il poster della serie è disponibile a questa pagina. Il link per partecipare al seminario del 19 Maggio via zoom è il seguente:

https://us02web.zoom.us/j/81781951451?pwd=1w2nMmusEgZouR5bhEEfxIfOi8FeL_.1

Tutti gli studenti del Collegio sono invitati a partecipare a questa serie che tocc.a temi di grande interesse per la società in generale e per i giovani in modo particolare.  Il Collegio ringrazia Ludovica Ferrero, segretaria della Volta Political Society per il suo impegno nell'organizzare questa importante serie di seminari.


___________________________________

Abstract

“si scrive sessismo, si legge la vita segnata dal proprio sesso”. S Cavagnoli offrirà una riflessione sul tema della discriminazione di genere a partire dal ruolo della lingua, degli stereotipi, dei pregiudizi. A partire da esempi concreti, che tutti/e produciamo nella comunicazione quotidiana e in quella specialistica. Cosa è il misgendering e perché è sbagliato? Analizzeremo insieme alla Dott.ssa Cesarano le ragioni che giustificano la condanna di questa pratica e i doveri politici e morali che ne derivano, partendo dalle riflessioni di Stephany Kapusta (2016). 


Biografie

Stefania Cavagnoli.  Stefania Cavagnoli  insegna glottodidattica e linguistica applicata presso l’Università di Roma Tor Vergata. E’ stata direttrice del CLA di Ateneo, è componente del CUG di Ateneo e componente esperta della Commissione pari opportunità della Provincia autonoma di Trento. I suoi campi di ricerca sono l’educazione plurilingue e la comunicazione specialistica, in particolare quella giuridica. Il filo rosso che lega le sue ricerche, tutte di tipo interdisciplinare, è costituito dall’attenzione alla lingua di genere. In questi campi ha pubblicato volumi a livello nazionale e internazionale (fra cui Linguaggio giuridico e lingua di genere: una simbiosi possibile, 2013; Gender in legislative languages, 2020; Educare al plurilinguismo, 2011; Crescere nel plurilinguismo, 2020; Sessismo, 2021).

Francesca Cesarano. Francesca Cesarano è una dottoranda in Filosofia Politica presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Ha conseguito la laurea triennale in filosofia all’Università degli Studi di Pavia e un master in Teoria Politica all’Università di Sheffield, in Regno Unito. Attualmente sta collaborando con il Centro di ricerca Identity, Diversity and Inclusion della Vrije Universiteit di Amsterdam per un studio sulla regolamentazione dei rapporti fra medici di base e minoranze culturali in Olanda. La sua ricerca analizza il conflitto fra istanze femministe e tutela delle minoranze culturali.

13 May 2022

The Volta Political Society has organised a major series of seminar on Gender Identity and Inclusivity with a special focus on the Italian perspective of these issues.  The seminar series will include a total of 8 speakers who will contribute to 4 double seminars on May 16th, 19th, 23rd and 26th. A more extensive introduction to the series in Italian is available below and the poster of the series is available here. Extra information about individual seminars is available in the Seminars section of the College website.  All seminars in this series will be in Italian.

The seminars will be held in the College lecture theatre at the times specified in the poster and below but can also be attended remotely through the  links below. All College students are warmly invited to attend a seminar series that addresses significant issues that impact on the personal life of a number of people, including many young people.  The College would like to express its thanks to Ludovica Ferrero, secretary of the Volta Political Society, for the outstanding commitment and resolve she demonstrated toward the organisation of this seminar series.

Schedule & Links
MP Torrioni/V Tripodi, 16 Maggio, ore 18.00
Sesso e genere tra differenze e stereotipi
https://us02web.zoom.us/j/87680374287?pwd=GyaZEozTuG3Ie1RJaAN_0sHCAsqtNG.1

S Cavagnoli/F Cesarano, 19 Maggio, ore 18.00
Lingua e giustizia di genere
https://us02web.zoom.us/j/81781951451?pwd=1w2nMmusEgZouR5bhEEfxIfOi8FeL_.1

AM Curti/M Misciosia, 23 Maggio, ore 18.00
Espressioni del genere: autodeteminazione oltre il binarismo
https://us02web.zoom.us/j/87953649476?pwd=iAWkGcATgVW0PnHHAFBjT2IsLL1R5X.1

L Goisis/A Schillaci, 26 Maggio, ore 11.00
Riconoscimento e tutela dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere: tra diritto costituzionale e diritto penale
https://us02web.zoom.us/j/84874443234?pwd=peH-TOTd9jeiTgBqDFA1FIOvSNlO96.1


Context & Introduction
Il ciclo di seminari Identità di genere e inclusività: a che punto siamo ha come obiettivo quello di accompagnare gli studenti e le studentesse in un percorso che permetta loro di acquisire una maggiore consapevolezza rispetto al tema dell’inclusività legata all’identità di genere e all’orientamento sessuale, ad oggi questione centrale nel dibattito pubblico. Il 2020 non è stato solo l’anno della pandemia da Coronavirus. Numerosi sono stati i casi di cronaca relativi ad atti d’odio legati all’identità di genere e all’orientamento sessuale delle vittime. Perché parliamo di atti e non di crimini d’odio? Perché in Italia non vi è una legge che riconosca le aggressioni di matrice omolesbobitransfobica e legate dall’identità di genere della vittima come crimini d’odio. Questo è il motivo per cui fino a pochi mesi fa si è assistito alla discussione della proposta di legge di iniziativa parlamentare, cd DDL Zan, che ha conosciuto non pochi ostacoli. Nel mese di ottobre tale disegno di legge è stato definitivamente affossato. Questo a dimostrazione di quanto i suddetti temi siano ancora oggetto di forti resistenze. L’Associazione Studenti del Collegio Alessandro Volta insieme alla sua Political Society ha individuato quattro aree tematiche che verranno sviluppate in quattro incontri distinti: la sfera sociologica, culturale e filosofica del concetto di genere; linguaggio inclusivo e misgendering; la sfera psicologica e multidimensionale dell’identità di genere; gli aspetti legali relativi al riconoscimento e alla tutela dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale. Il Collegio ospiterà otto relatori prestigiosi, provenienti dal panorama accademico italiano, i quali, grazie ai loro studi e alla loro esperienza, analizzeranno tali tematiche.

13 May 2022

16th May 2022. Maria Paola Torrioni, University of Turin and Vera Tripodi, Turin Polytechnic  
Sesso e genere tra differenze e stereotipi
Lunedì 16 Maggio 2022 alle ore 18.00 nell'Aula del Collegio Maria Paola Torrioni dell' Università di Torino e Vera Tripodi del Politecnico di Torino terranno un seminario dal titolo Sesso e genere tra differenze e stereotipi. Il seminario è il primo di una serie di quattro seminari dedicati al tema dell'Identità di genere e inclusività organizzato dalla Volta Political Society che si terranno rispetitticamente il 16, 19, 23 e 26 Maggio corrente. Il poster della serie è disponibile a questa pagina.  Il link per partecipare al seminario del 16 Maggio via zoom è il seguente:

https://us02web.zoom.us/j/87680374287?pwd=GyaZEozTuG3Ie1RJaAN_0sHCAsqtNG.1

Tutti gli studenti del Collegio sono invitati a partecipare a questa serie che tocc.a temi di grande interesse per la società in generale e per i giovani in modo particolare.  Il Collegio ringrazia Ludovica Ferrero, segretaria della Volta Political Society per il suo impegno nell'organizzare questa importante serie di seminari.

________________________________

Abstract

Cosa significa essere uomo nelle società contemporanee? Cosa c’è di biologicamente fondato nel modo in cui gli uomini mettono in scena le loro maschilità?  Esistono tanti modi in cui si possono declinare le identità maschili ma spesso prevale il modello della maschilità egemone costruito attorno ai mandati dell’antifemminilità e dell’eterosessualità. A partire da una prospettiva sociologica, l’intervento della Prof.ssa Torrioni intende fornire alcune chiavi di lettura per capire la maschilità contemporanea, le false narrazioni che la circondano e ragionare sulla radicalizzazione misogina che caratterizza i vari contesti sociali (ad esempio il mondo virtuale) e che favorisce la persistenza di vecchie e nuove forme di violenza sulle donne. Storicamente, la filosofia ha offerto una caratterizzazione negativa del femminile e, propagando la convinzione che la razionalità fosse una prerogativa maschile, ha contribuito a escludere le donne dalle pratiche scientifiche e dalla sfera conoscitiva. La differenza tra donne e uomini è esclusivamente culturale oppure c’è un fondamento oggettivo nelle categorie sessuali? I sessi sono davvero solo due e, se così, a che cosa si riduce – da un punto di vista puramente biologico – la differenza tra maschio e femmina? L’intervento della Prof.ssa Tripodi è diviso in due parti. Nella prima parte, verrà illustrata la distinzione tra sesso/genere e la caratterizzazione negativa del femminile offerta dalla filosofia. Nella seconda parte, l’attenzione sarà posta su stereotipi di genere e casi di ingiustizia epistemica.


Biografie

Paola Maria Torrioni. Paola Maria Torrioni è professoressa associata di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento di Culture Politica e Società dell’Università di Torino. Tra i suoi temi di ricerca vi sono i processi di socializzazione familiare, le dinamiche di genere nella cura verso bambini e anziani, la violenza maschile contro le donne. È responsabile scientifica del progetto V.A.R.CO. – Violenza contro le donne: Azioni in Rete per prevenire e Contrastare e coordina l’Osservatorio MU.S.I.C – Mutamento sociale e Innovazione Culturale; è referente dello Sportello Antiviolenza dell’Università di Torino.

Vera Tripodi. Vera Tripodi è Rtd-B in filosofia morale presso il DET (Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni) del Politecnico di Torino. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Logica ed Epistemologia presso la Sapienza Università di Roma. Prima di assumere l'incarico al Politecnico, ha lavorato come ricercatrice di tipo A (Rtd-A) presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi di Milano "La Statale". In precedenza, ha svolto la sua attività di ricerca come post-doc presso l'Università di Torino, l'Università di Barcellona, l'Università di Oslo e la Columbia University (New York). È specializzata in etica della tecnologia, bioetica, filosofia ed etica femminista, ontologia sociale. È socia fondatrice e vice presidente di SWIP ITALIA (The Society for Women in Philosophy – Italy). Il suo ultimo libro, curato insieme a Enrico Terrone, è "Being and Value in Technology" (Palgrave 2022).

You are here: Home May 2022